lunedì 19 luglio 2010

Week-end a Zurigo: meeting di Airliners.net

Anticipato di qualche settimana rispetto agli anni scorsi, anche in questo 2010 ha avuto luogo il meeting zurighese di Airliners.net presso lo Zurich Airport.
Il programma della giornata prevedeva alcune tradizionali visite già svolte nelle edizioni passate, ma riservava anche qualche sorpresa.
L'allegra brigata, armata di macchine fotografiche, binocoli e obiettivi di grandezze tra la più disparate, ha iniziato il suo tour sulla terrazza panoramica presente sul tetto del "Dock E" dell'aeroporto: da lassù si potevano immortalare i vari velivoli in partenza dalle piste 28 e 16, così come anche alcuni aerei posteggiati ai gate. Tra di essi era pure presente il possente Airbus A380 della Singapore Airlines, l'aereo più grande che calca le piste dell'aeroporto ospitante. Tutti attendevano con ansia l'orario prestabilito per la partenza di questo gigante dei cieli, ma problemi tecnici non ci hanno permesso di vederlo da questa posizione.
Dopo due ore di permanenza sulla terrazza (tempo certamente ben speso per i fotografi, forse un po' troppo lungo per gli altri comuni mortali), ci siamo spostati in un luogo spettacolare, un posto che solo l'aeroporto di Zurigo offre ai suoi visitatori: trasportati da un bus abbiamo raggiunto l'incrocio delle piste 28 e 16, un fazzoletto di cemento a poche decine di metri di distanza da dove gli aeroplani rullano e alzano le loro ruote per spiccare i loro lunghi voli. L'orario scelto per questo appostamento è stato volutamente richiesto dagli organizzatori dell'evento, per permettere ai partecipanti di veder sfrecciare davanti a loro il maggior numero possibile di aerei a lunga percorrenza, tra i quali i diversi Airbus A330 e A340 della nostra compagnia di bandiera. Con grande sorpresa, pochi minuti dopo aver raggiunto questa postazione privilegiata, è partito pure l'Airbus A380, lasciando dietro di sé un impressionante vortice d'aria e molta emozione tra tutti i presenti (chi più, chi meno)…
Dopo un pranzo libero nel food corner dell'aeroporto, la giornata è proseguita con un interessante tour guidato della struttura. In poco meno di due ore abbiamo potuto visitare: la cappella dell'aeroporto, allestita con materiale in grado di soddisfare i fedeli di quattro religioni diverse, il dock A con il suo shopping center, il Kids Corner per i bambini in transito, il trenino sotterraneo per raggiungere il dock E, l'area del controllo doganale di sicurezza, il reparto di smistamento dei bagagli e, sorpresa finale, un Airbus A340 della Swiss posteggiato in attesa di partire. La nostra guida ha optato per mostrarci la parte della business class, gli 8 sedili della First Class (da 21000.- per un volo andata e ritorno su Bangkok) e la cabina di pilotaggio, tralasciando la parte di Economy Class "visto che tanto a voi non interessa".
Alle 17:30 ci sono stati i ringraziamenti di rito agli organizzatori, i saluti tra i vari partecipanti e poi tutti via verso casa. Noi abbiamo salutato Simone e Ena che ci hanno raggiunto per la giornata e poi ci siamo diretti verso l'appartamento di Giana a Albisrieden a riposare un po'.
La serata, incredibilmente fresca per essere in luglio (17°, roba da mettere i pantaloni lunghi), è poi proseguita al ristorante Il Pulcino (che non si smentisce mai) e al Lobby Bar a bere una gustosissima Margarita alla fragola.
La giornata di domenica, come è giusto che sia una domenica, è iniziata nella calma totale ed è poi proseguita con delle tranquille passeggiate, dapprima al Chinese Garden, sul lungolago tra Tiefenbrunnen e Bellevue (conclusasi con un pranzo a base di Bratwurst alla griglia) e nel pomeriggio presso la Werdinsel sulla Limmat, dove gli indigeni sono soliti passare i loro pomeriggi di refrigerio gettandosi nelle acque del fiume e facendosi trasportare dalla corrente.
Alla fine del pomeriggio ecco che ci siamo seduti nel nostro bianco mezzo di trasporto e ci siamo avviati verso il Ticino…
È stato davvero un bel week-end, non c'è che dire, e qui non ci resta altro da fare che ringraziare Giana per l'ospitalità, la compagnia e la guida durante la gran parte del viaggio di andata (da non dimenticare la sosta al ristorante "dei polletti" di Attingausen) e di ritorno.
Qui di seguito potete vedere alcune foto della gente presente alla giornata di Airliners.net e del tour dell'aeroporto: per le immagini degli aerei, si deve pazientare ancora un po', eheh...

1 commento:

  1. Contento di aver partecipato per la seconda volta a questo meeting, decisamente diverso da quello dell'anno scorso! Dalle anticipazioni che mi sono già arrivate, l'anno prossimo potrebbe potenzialmente rivelarsi ancora meglio :P Quindi invito tutti i curiosi del "volo" a non farsi perdere la prossima edizione. Io ci sarò :)

    RispondiElimina